l'incredibile viaggio delle piante
l'incredibile viaggio delle piante

L’incredibile viaggio delle piante

17.00

Quindi le piante viaggiano eccome, sono tra le specie migratorie più attive.

Persino il basilico, che vediamo sulle nostre tavole da sempre, è stato portato in Europa dall’India ai tempi di Alessandro Magno e fino al XVIII secolo è stato guardato con sospetto e ritenuto un veleno.

Quello che è interessante sottolineare è che, a prescindere dalle specie coltivate, moltissime piante che oggi riteniamo parte della nostra flora nativa non lo sono affatto, essendo originarie di aree spesso molto lontane. Perché quindi insistiamo a definire invasive tutte quelle piante che con grande successo riescono ad occupare territori nuovi? A ben vedere, le piante invasive di oggi sono la flora nativa del futuro, così come le specie invasive del passato sono oggi parte fondamentale dei nostri ecosistemi. Mi piacerebbe che questo concetto fosse chiaro: le specie che oggi consideriamo invasive sono le native di domani. Avere sempre presente questa regola impedirebbe delle stupidaggini intese a limitarne l’espansione.

Stefano Mancuso, L’incredibile viaggio delle piante

 

Esaurito

Share:

Le piante sono in grado di compiere viaggi lunghissimi.

Come le piante navigano intorno al mondo, come portano la vita su isole sterili, come sono state in grado di crescere in luoghi inaccessibili e inospitali, come riescono a viaggiare attraverso il tempo, come convincono gli animali a farsi trasportare ovunque. Sono solo alcune delle incredibili cose raccontate nelle storie che troverete in questo libro. Storie di pionieri, fuggitivi, reduci, combattenti, eremiti, signori del tempo.

In questo libro Stefano Mancuso ci  parla di uno degli aspetti meno noti delle piante, noi riteniamo che le piante siano degli esseri immobili, ma non è un’osservazione corretta, le piante sono in grado di espandersi , di muoversi nello spazio e  nel tempo, in una maniera che spesso è per noi sconosciuta.

Leggeremo di piante scappate dagli orti botanici e  tornate in natura,piante che si sono diffuse da un singolo luogo del pianeta fino a  coprire l’intera estensione del pianeta, ma anche viaggi nel tempo, semi di oltre 30.000 anni fa che sono in grado germinando di riportare in vita piante che noi pensavo estinte.

 

Stefano Mancuso ci ha svelato alcuni aspetti del mondo delle piante fino ad oggi sconosciuti, abbiamo scoperto che le piante sono in grado di comunicare apprendere e memorizzare, ha rivoluzionato il modo stesso in cui noi guardiamo al mondo vegetale che rappresenta la maggior parte della vita.

 

 

 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “L’incredibile viaggio delle piante”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Open chat